Questo portale non gestisce cookie di profilazione, ma utilizza cookie tecnici per autenticazioni, navigazione ed altre funzioni. Navigando, si accetta di ricevere cookie sul proprio dispositivo. Visualizza l'informativa estesa.
Hai negato l'utilizzo di cookie. Questa decisione può essere revocata.
Hai accettato l'utilizzo dei cookie sul tuo dispositivo. Questa decisione può essere revocata.
Il Preside Portaccio

Ruolo

Dirigente (D.Lgs. 33/13), Dirigente scolastico

Compiti

Il Dirigente Scolastico, al quale spetta di rappresentare l'Istituto, assolve alle seguenti funzioni:

  • presiede il Collegio dei Docenti, il Comitato per la valutazione del servizio degli insegnanti, i Consigli di Classe, la Giunta Esecutiva del Consiglio di Istituto;
  • cura l'esecuzione delle deliberazioni adottate dai precedenti organi collegiali e dal Consiglio di Istituto;
  • procede alla formazione delle classi e formula l'orario settimanale delle lezioni sulla base dei criteri generali stabiliti dal Consiglio di Istituto e delle proposte del Collegio dei Docenti;
  • assegna alle Classi i singoli Docenti, tenendo conto dei criteri generali fissati dal Consiglio di Istituto e delle proposte formulate dal Collegio dei docenti;
  • promuove e coordina, nel rispetto delle libertà di insegnamento, insieme con il Collegio dei Docenti, le attività didattiche, di sperimentazione e di aggiornamento nell'ambito della Scuola;
  • predispone, prima dell'inizio delle lezioni, sulla base delle eventuali proposte formulate dal Collegio dei Docenti, dal Consiglio di Istituto e dai Consigli di classe, il piano annuale delle attività specificamente connesse con l'attività didattica, inclusa la programmazione didattico-educativa, ivi compresi i criteri di organizzazione degli scrutini ed i rapporti con le famiglie;
  • sceglie tra i docenti Collaboratori, il Collaboratore Vicario;
  • adotta o propone, nell'ambito della propria competenza, i provvedimenti resi necessari da inadempienze o carenze del personale Docente e non docente;
  • coordina il calendario delle assemblee nella Scuola;
  • tiene i rapporti con l'Amministrazione Scolastica nelle sue articolazioni centrali e periferiche, con gli Enti locali che hanno competenze relative alla Scuola e con gli organi del Distretto Scolastico;
  • cura i rapporti con gli specialisti che operano sul piano medico e socio-psico-pedagogico;
  • cura l'attività di esecuzione delle norme giuridiche e amministrative riguardanti gli alunni e i Docenti, l'ammissione degli alunni, il rilascio dei certificati, il rispetto dell'orario e del calendario, la disciplina delle assenze, la concessione dei congedi e delle aspettative;
  • adotta i provvedimenti di emergenza strettamente necessari e quelli richiesti per garantire la sicurezza della Scuola: dei provvedimenti adottati, il Dirigente Scolastico informa immediatamente l'Ufficio Scolastico Regionale e qualora i provvedimenti stessi riguardino materie di competenza del Consiglio di Istituto, presenta motivata relazione al Consiglio predetto, nella prima seduta, per le eventuali deliberazioni di competenza.

 

Torna a inizio pagina